Dom 18 Agosto, 06:33:24 - 2019

Autore Topic: Chiusura Transitiva  (Letto 10614 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Lorixx89

  • Professore Associato
  • *
  • Post: 641
  • FeedBack: +60/-14
    • Mostra profilo
Chiusura Transitiva
« il: Sab 03 Ottobre, 11:18:10 - 2009 »
Raga non ho capito bene questo concetto  :-\ In poche parole cos'?? Un esempio potrebbe essere utile  ;D

Offline Artax

  • Global Moderator
  • Direttore di Dipartimento
  • *****
  • Post: 1778
  • FeedBack: +132/-55
    • Mostra profilo
Re: Chiusura Transitiva
« Risposta #1 il: Sab 03 Ottobre, 12:24:38 - 2009 »
Chiusura Transitiva praticamente la concatenazione di una Relazione con se stessa.. definitiva.. ovvero  R R R R ......R= R*  dove R* la relazione che concatenata con se stessa non cambia pi...
http://artax87.iobloggo.com/

A computer language is not just a way of getting a computer to perform operations but rather that it is a novel formal medium for expressing ideas about methodology. Thus, programs must be written for people to read, and only incidentally for machines to execute.

Offline Wallace88

  • Ricercatore
  • ****
  • Post: 469
  • FeedBack: +27/-13
    • Mostra profilo
Re: Chiusura Transitiva
« Risposta #2 il: Sab 03 Ottobre, 12:31:52 - 2009 »
scusate ieri sono stato assente alla lezione di fondamenti II.... che cosa ha fatto il professore?? Dove arrivato??
...HO IN MENTE SOLO LAZIO...

Offline giozh

  • Author
  • Direttore di Dipartimento
  • **
  • Post: 2146
  • FeedBack: +148/-108
  • antagonista e me ne compiaccio
    • Mostra profilo
    • sites
Re: Chiusura Transitiva
« Risposta #3 il: Sab 03 Ottobre, 12:48:40 - 2009 »
Citazione
Chiusura Transitiva praticamente la concatenazione di una Relazione con se stessa.. definitiva.. ovvero  R R R R ......R= R*  dove R* la relazione che concatenata con se stessa non cambia pi...
cio cio cio??? in modo un p piu chiaro?
-----BEGIN GEEK CODE BLOCK-----
Version: 3.1
GCS/CM/E/IT d- s: a-- C++ UL>++++ P L++ !E W++>+++ !N !o K-? !w--- !O- !M- !V PS+ !PE !Y PGP !t 5? !X !R tv+ b++ DI !D G e h r+++ y+++*
------END GEEK CODE BLOCK------

http://inviaggionelpiatto.blogspot.com

Offline Lorixx89

  • Professore Associato
  • *
  • Post: 641
  • FeedBack: +60/-14
    • Mostra profilo
Re: Chiusura Transitiva
« Risposta #4 il: Sab 03 Ottobre, 13:11:27 - 2009 »
scusate ieri sono stato assente alla lezione di fondamenti II.... che cosa ha fatto il professore?? Dove arrivato??
Basta che scarchi la dispensa messa online  :)
La allego in questo messaggio.

Offline Artax

  • Global Moderator
  • Direttore di Dipartimento
  • *****
  • Post: 1778
  • FeedBack: +132/-55
    • Mostra profilo
Re: Chiusura Transitiva
« Risposta #5 il: Sab 03 Ottobre, 13:13:00 - 2009 »
eh na parola.. l'ho fatto due anni fa >.>


R={ <a,b> <a,d>  <b,d> <c,a> <c,c> <c,d>   }
R(1)=R R= {<a,d><b,d> <c,b> <c,d> <c,a> }
RRR=RR^1={<c,d> <c,a> <c,b>}=R^2
RR^2={<c,b> <c,d> }
RR^3={<c,d>}
RR^4={}

Chiusura Transitiva di R = R Unione R1 Unione R2 Unione R3 Unione R3 UNione R4


L'unione insiemistica di tutte le sue potenze finch non si giunge alla definitiva..

La potenza difinitiva della relazione quella che per ogni potenza superiore..  il risultato del prodotto non cambia mai...

Qui l'insieme vuoto... infatti aumentando i prodotti rimane sempre insieme vuoto..



Nota Potrebbe non essere insieme vuoto la potenza definitiva... qui l'ho fatto ven io .. perch il grafo che rappresenta la relazione non un Circuito ma va a sbatte su d
http://artax87.iobloggo.com/

A computer language is not just a way of getting a computer to perform operations but rather that it is a novel formal medium for expressing ideas about methodology. Thus, programs must be written for people to read, and only incidentally for machines to execute.

Offline Artax

  • Global Moderator
  • Direttore di Dipartimento
  • *****
  • Post: 1778
  • FeedBack: +132/-55
    • Mostra profilo
Re: Chiusura Transitiva
« Risposta #6 il: Sab 03 Ottobre, 13:17:26 - 2009 »
ma come.. c'ho fatto una fatica a ricordamme quelle cose..
http://artax87.iobloggo.com/

A computer language is not just a way of getting a computer to perform operations but rather that it is a novel formal medium for expressing ideas about methodology. Thus, programs must be written for people to read, and only incidentally for machines to execute.

Offline Seril

  • Direttore di Dipartimento
  • ***
  • Post: 2729
  • FeedBack: +263/-467
    • Mostra profilo
Re: Chiusura Transitiva
« Risposta #7 il: Sab 03 Ottobre, 14:07:42 - 2009 »
ti ringrazio!! sei stato molto chiaro   ;)

Offline giozh

  • Author
  • Direttore di Dipartimento
  • **
  • Post: 2146
  • FeedBack: +148/-108
  • antagonista e me ne compiaccio
    • Mostra profilo
    • sites
Re: Chiusura Transitiva
« Risposta #8 il: Sab 03 Ottobre, 16:56:29 - 2009 »
scusa na cosa, ma perche se fai il prodotto ad ogni passaggio ti vengono sempre meno coppie??? poi fare una spiegazione piu terra terra, che cos riesco a capire?? grezie mille :D
-----BEGIN GEEK CODE BLOCK-----
Version: 3.1
GCS/CM/E/IT d- s: a-- C++ UL>++++ P L++ !E W++>+++ !N !o K-? !w--- !O- !M- !V PS+ !PE !Y PGP !t 5? !X !R tv+ b++ DI !D G e h r+++ y+++*
------END GEEK CODE BLOCK------

http://inviaggionelpiatto.blogspot.com

Offline dAmore

  • Prof
  • Studente di Dottorato
  • ******
  • Post: 153
  • FeedBack: +44/-11
  • Leggo/scrivo nel forum saltuariamente.
    • Mostra profilo
Re: Chiusura Transitiva
« Risposta #9 il: Sab 03 Ottobre, 17:33:10 - 2009 »
[...]
R={ <a,b> <a,d>  <b,d> <c,a> <c,c> <c,d>   }
R(1)=R R= {<a,d><b,d> <c,b> <c,d> <c,a> }
RRR=RR^1={<c,d> <c,a> <c,b>}=R^2
RR^2={<c,b> <c,d> }
RR^3={<c,d>}
RR^4={}

Chiusura Transitiva di R = R Unione R1 Unione R2 Unione R3 Unione R3 UNione R4
[...]
Per una definizione accurata della chiusura transitiva suggerisco Wikipedia: http://en.wikipedia.org/wiki/Transitive_closure

La definizione data lezione equivalente a quella di Wikipedia ma non d risalto agli insiemi "intermedi" Ri (Occhio alla notazione. Ri usato nel tuo esempio e in Wikipedia diverso dall'Ri definito a lezione e consistente in (i-1) prodotti cartesiani).

Offline Seril

  • Direttore di Dipartimento
  • ***
  • Post: 2729
  • FeedBack: +263/-467
    • Mostra profilo
Re: Chiusura Transitiva
« Risposta #10 il: Sab 03 Ottobre, 20:45:32 - 2009 »
Per una definizione accurata della chiusura transitiva suggerisco Wikipedia: http://en.wikipedia.org/wiki/Transitive_closure

La definizione data lezione equivalente a quella di Wikipedia ma non d risalto agli insiemi "intermedi" Ri (Occhio alla notazione. Ri usato nel tuo esempio e in Wikipedia diverso dall'Ri definito a lezione e consistente in (i-1) prodotti cartesiani).
grazie mille prof  :sisi:

Offline giozh

  • Author
  • Direttore di Dipartimento
  • **
  • Post: 2146
  • FeedBack: +148/-108
  • antagonista e me ne compiaccio
    • Mostra profilo
    • sites
Re: Chiusura Transitiva
« Risposta #11 il: Dom 04 Ottobre, 10:07:26 - 2009 »
a livello grafico la cosa mi abbastanza chiara, cio la chiusura transitiva fa in modo che ogni elemento del grafo sia collegato direttamente con tutti gli altri giusto? ma continuo a non capire il procedimento "a formule"...
-----BEGIN GEEK CODE BLOCK-----
Version: 3.1
GCS/CM/E/IT d- s: a-- C++ UL>++++ P L++ !E W++>+++ !N !o K-? !w--- !O- !M- !V PS+ !PE !Y PGP !t 5? !X !R tv+ b++ DI !D G e h r+++ y+++*
------END GEEK CODE BLOCK------

http://inviaggionelpiatto.blogspot.com

Offline dAmore

  • Prof
  • Studente di Dottorato
  • ******
  • Post: 153
  • FeedBack: +44/-11
  • Leggo/scrivo nel forum saltuariamente.
    • Mostra profilo
Re: Chiusura Transitiva
« Risposta #12 il: Dom 04 Ottobre, 10:42:51 - 2009 »
a livello grafico la cosa mi abbastanza chiara, cio la chiusura transitiva fa in modo che ogni elemento del grafo sia collegato direttamente con tutti gli altri giusto? ma continuo a non capire il procedimento "a formule"...
Non con tutti gli altri ma solo con quelli raggiungibili. Nella definizione, la sequenza di coppie corrisponde alla sequenza di archi che collegano il nodo di partenza a quello raggiunto. Da applicare a tutti i nodi di partenza, cercando di raggiungere tutti i nodi raggiungibili.

Offline giozh

  • Author
  • Direttore di Dipartimento
  • **
  • Post: 2146
  • FeedBack: +148/-108
  • antagonista e me ne compiaccio
    • Mostra profilo
    • sites
Re: Chiusura Transitiva
« Risposta #13 il: Dom 04 Ottobre, 11:54:32 - 2009 »
Citazione
Non con tutti gli altri ma solo con quelli raggiungibili. Nella definizione, la sequenza di coppie corrisponde alla sequenza di archi che collegano il nodo di partenza a quello raggiunto. Da applicare a tutti i nodi di partenza, cercando di raggiungere tutti i nodi raggiungibili.
e questo ok, quindi se c'ho dei nodi {A,B,C,D,E,F} e tra loro c' una relazione {<a,b><b,c> ... e poi a parte senza altri collegamenti <e,f> }, E ed F non rientrano nella chiusura transitiva.  rimando al mio problema che non so come "costruire" la chiusura tramite le formule, come ha fatto artax
-----BEGIN GEEK CODE BLOCK-----
Version: 3.1
GCS/CM/E/IT d- s: a-- C++ UL>++++ P L++ !E W++>+++ !N !o K-? !w--- !O- !M- !V PS+ !PE !Y PGP !t 5? !X !R tv+ b++ DI !D G e h r+++ y+++*
------END GEEK CODE BLOCK------

http://inviaggionelpiatto.blogspot.com

Offline Artax

  • Global Moderator
  • Direttore di Dipartimento
  • *****
  • Post: 1778
  • FeedBack: +132/-55
    • Mostra profilo
Re: Chiusura Transitiva
« Risposta #14 il: Dom 04 Ottobre, 13:38:31 - 2009 »
Per ogni relazione alla iesima potenza  ottenuta... le coppie sono tali che... se tu nello step precedente avevi  <x,y> appartentente a R^(i) e <y,z> appartenente ad R (R^i R) allora.. nella R^i+1 che otterrai sar presente la tupla <x,z> perch la y permette di concatenarle...

---- <x,y><y,z>=== <x,z>

Vi sono sempre meno coppie perch moltiplicando una relazione con una sua potenza... alcuni percorsi non vengono pi attuati..

ad esempio tutti quelli del tipo  <x,d> nel mio esempio vanno a "morire" perch non esistono coppie della forma <d,y>
http://artax87.iobloggo.com/

A computer language is not just a way of getting a computer to perform operations but rather that it is a novel formal medium for expressing ideas about methodology. Thus, programs must be written for people to read, and only incidentally for machines to execute.